BunyipSecondo la mitologia australiana esiste un tempo, chiamato “dreamtime”, che precede la formazione del mondo.

Fra le altre caratteristiche tipiche del dreamtime si annovera la presenza di creature fantastiche, più o meno mostruose. Una fra le più emblematiche è il Bunyip, un animale feroce e pericoloso che ha popolato per secoli i racconti degli aborigeni.

Benchè i terrificanti racconti legati a questo mostro possano sembrare un elaborato frutto di una fervida fantasia, nella storia del Bunyip potrebbe esserci qualcosa di vero.

Il diavolo che divora i sogni

La parola Bunyip, che ha un significato simile a quello di “spirito malvagio” o “diavolo”, ha un’origine incerta. Tuttavia si ha la certezza che, nonostante diverse nomenclature, il Burnyip faccia parte dei racconti di aborigeni provenienti da ogni parte dell’Australia. Così come il suo nome, le descrizioni della creatura variano da regione a regione.

Fra le ipotesi più bizzarre ci sono quelle secondo cui il Bunyip sia una sorta di stella marina gigante o che abbia i canini da tricheco. Una delle descrizioni più comuni è quella che vuole il Bunyip come creatura acquatica, che dimora nelle paludi, con un muso canino popolato da denti aguzzi, la testa di un coccodrillo, il pelo nero e le pinne che gli permettono di nuotare.

Quasi tutte le culture dipingono il diavolo come una creatura mostruosa che divora indifferentemente animali e uomini, emettendo versi simili ad agghiaccianti grida.

Bunyip Australia

Il Bunyip… leggende… con un fondo di verità

C’è stato un tempo in cui gli avventurieri erano giunta alla conclusione quasi certa che il Bunyip fosse un animale reale che popolava la terra dei canguri, nascondendosi alla vista dell’uomo nel buio delle paludi. Quest’ipotesi venne ancora più rafforzata a seguito di alcune particolari scoperte.

Il ritrovamento, durante la prima metà dell’800, di ossa insolitamente grandi e di un teschio dalla forma strana sembravano dare fondamento alla legenda del Bunyip. In realtà pare che le ossa appartenessero ad un ippopotamo ed il teschio, che non assomigliava al cranio di nessun animale del luogo, appartenesse ad un cavallo o un vitello sfigurato.

Tuttavia in mezzo a tutte queste leggende sembra esserci una base veritiera. È probabile che la creatura mostruosa descritta dagli aborigeni fosse uno dei tanti animali di grosse dimensioni che popolavano l’Australia, che ad oggi sono estinti.

Quanto alle grida emesse dal Bunyip, si deve ricordare che molti animali australiani, fra cui i koala, gli opossum e alcune specie di uccelli, emettono versi potenti simili a quello che caratterizza il mostruoso spirito, e pertanto possono essere scambiati per quest’ultimo.

Leggenda Bunyip

Il Bunyip oggi

In bilico fra mito e realtà, questa creatura è, ad oggi, molto conosciuta in Australia.

Sono tanti i racconti che la vedono protagonista, e addirittura il Bunyip vanta un settimanale a lui intitolato, “The Bunyip” appunto.

Il mostro è anche il personaggio di illustrazioni e libri di diverso genere, inclusi quelli dedicati ai bambini.

Da citare anche la popolarità che la creatura riscuote nel mondo del cinema, della televisione e addirittura in quello video ludico, dove viene sfruttato con diverse sembianze.

Lascia un Commento

commenti

1 commento