Viaggiare, Vivere, Lavorare, Studiare, Emigrare

Chiara, 2 anni in Australia: Au-Pair, Farm e Nuova Vita a Sydney

Condivi l'Articolo!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest1Email this to someone

Intervista a Chiara Prezzemolo, famosa blogger italiana in Australia.
Visita il suo blog su clerilmiopostonelmondo.wordpress.com

Sono in Australia da  2 anni, arrivo dalla provincia di Varese, ho 26 anni, in Italia studiavo un corso sull’Ambiente all’Università a Milano.
L’idea di partire per l’Australia perchè per un esame all’università dovevo studiare un libro sull’Australia e leggendolo ho deciso che un giorno sarei voluta andare in Australia.

Dopo essermi laureata ho deciso di andare all’estero per migliorare il mio inglese e la scelta è stata subito Australia.

Esperienza come Au-Pair

Ho trovato una famiglia dall’Italia per lavorare come ragazza alla pari (Au-Pair) a Canberra.

Riguardo alla mia esperienza come Au-Pair pensavo meglio, è vero è bello arrivare in una famiglia dove sei subito introdotto nella cultura australiana, è bello pensare di arrivare e avere subito qualcuno che ti accoglie e ti da un tetto sulla testa, ma allo stesso tempo non è la tua famiglia, ti senti un po esterno, mi sono resa conto che fare la ragazza alla pari non fa per me.

Se ero convinta di sapere l’inglese all’inizio, poi mi sembrava di non saperlo per niente, per il fatto che era difficile capire quando parlavano gli australiani.
Per ciò usavo la tecnica del “sorridi e annuisci“.
Stando in famiglia con persone madrelingua inglese ho migliorato il mio inglese più facilmente.

Chiara in Australia, Au-Pair, Farm e Vita a Sydney

Raccolta Peperoncini in Farm

Sono arrivata con il visto Working Holiday, l’ho rinnovato lavorando per 3 mesi in una Farm di peperoncini.

All’inizio è stata un esperienza traumatica, perchè non sono per niente abituata a farm e campagna, ero una di quelle che diceva che non sarebbe mai andata in campeggio, invece sono stata per 3 mesi in farm in mezzo al nulla, con un bagno stile fiere di paese, e dormivo in un container.

Poi a poco a poco sono riuscita ad ambientarmi.

Consigli Utili

Partire perchè è una bella esperienza ma di non pensare di trovare l’oro qua, nel senso che è difficile arrivare in un posto dove non si conosce nessuno e la distanza è tanta.

I paesaggi sono favolosi, le persone sono molto ospitali, non sono tristi e stressati come in Italia.

 

Com’è Vivere a Sydney

Sydney è molto cara, se non lavori non riesci a vivere, è tutto caro, gli affitti, ristorante, ecc… però se lavori puoi vivere.
Anche solo facendo la cameriera riesci a pagare l’affitto, uscire con gli amici e comprarti quel paio di scarpe che ti piacciono.

Ho trovato lavoro come cameriera in un bar ristorante messicano portando curriculum di persona.

Sapere parlare l’inglese è fondamentale anche per fare la cameriera, se non capisci nel momento in cui devi servire qualcosa diventa complicato.

Visita il Blog di Chiara cliccando quì clerilmiopostonelmondo.wordpress.com

Ascolta il Podcast

 

P.S. se sei arrivato a leggere fino in fondo all’articolo meriti di vedere il divertente video Fuori Onda dietro le quinte cliccando su questo Link

 

Condivi l'Articolo!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest1Email this to someone

Lascia un Commento

commenti