Viaggiare, Vivere, Lavorare, Studiare, Emigrare

Darwin

Condivi l'Articolo!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+3Share on LinkedIn0Pin on Pinterest2Email this to someone

Darwin

La più piccola fra le capitali australiane, situata nell’estremo settentrione del Territorio del Nord, Darwin conta ad oggi poco più di 100 mila abitanti, la metà di tutti quelli presenti nel territorio.

Quasi “bloccata” fra il mare e il deserto, Darwin attualmente è un importante centro portuale e una apprezzata meta turistica.

La storia

L’area su cui sorge la città è stata scoperta per la prima volta dagli olandesi, intorno al XVII secolo, ma sono stati gli inglesi a raggiungere e colonizzare per primi queste zone. È nel 1839 che il capitano inglese Wickham raggiunge quest’area, e la denomina Darwin, in onore del naturalista britannico, amico del capitano.

La città si sviluppa in seguito alla corsa all’oro, durante la quale molti pionieri, in cerca del prezioso metallo, prendono letteralmente di mira l’insediamento. Gli inizi del nuovo secolo si rivelano particolarmente tumultuosi per la città ,afflitta da problemi politici che causavano moti e manifestazioni consistenti.

Durante la Seconda Guerra Mondiale la città viene bombardata dalla stessa squadra responsabile dell’attacco a Pearl Harbour. Questo evento causò non pochi morti e danni estremi alla città. Nonostante ciò, la città riuscì a riprendersi e a rifiorire.

Un nuovo evento catastrofico colpisce la città nel 1974. un violento ciclone si abbatte sulla città, radendo al suolo la maggior parte dei suoi edifici, costringendo la sua popolazione a ricostruirla quasi interamente.

Ad oggi Darwin è una città in pieno sviluppo, che basa una buona fetta della sua economia su commercio e turismo.

La città di Darwin

Darwin è suddivisa in numerosi distretti, suddivisibili in una porzione più antica, situata a sudovest, e una più moderna, posta a nord e ad est. Data la sua posizione, il clima della città è tipicamente tropicale, con inverni caldi e senza precipitazioni ed estati afose e umide, caratterizzate da frequenti acquazzoni.

Le etnie presenti a Darwin sono diverse e numerose. Le popolazioni più diffuse sono quelle di origine inglese, greca, italiana e cinese, e, in percentuale minore, sono presenti popolazioni provenienti da tutta l’Europa e dall’Asia.

I settori lavorativi maggiormente sviluppati sono quello industriale e quello minerario. Ultimamente Darwin sta acquisendo molta importanza come porto, fatto, questo, che la agevola notevolmente negli scambi commerciali, specialmente con l’est asiatico.

La città possiede la Charles Darwin University, l’università più importante dell’intero Territorio del Nord., fondata nel 2003.

Da vedere a Darwin

Nonostante le piccole dimensioni e la storia travagliata, Darwin è una città turistica molto apprezzata e decisamente ricca.

Il principale centro ricreativo della città è il Darwin Entertainment Centre, aperto nel 1986. Qui vengono tenute quasi tutte le principali rappresentazioni teatrali e concerti del paese.

A Darwin è anche presente il Northern Territory Museum and Art Gallery. Questo museo, aperto nel 1981, offre ai suoi visitatori oltre 30 mila pezzi d’arte da ammirare, per ripercorrere la storia e la cultura australiane attraverso la loro arte.

Fra gli eventi annuale si ricordano il Territory Day, celebrato l’1 luglio, il Seabreeze Festival, tenuto a maggio, e il Darwin Festival, durante il quale, ogni anno, si susseguono danze, canti, concerti, rappresentazioni teatrali e spettacoli di arti visive.

Infine Darwin è perfetta anche per godersi un po’ di relax a contatto con la natura. La città è infatti circondata da spiagge incontaminate, popolate solo da una grande varietà di specie animali. Da citare anche i numerosi parchi e giardini botanici situati nella città.

Condivi l'Articolo!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+3Share on LinkedIn0Pin on Pinterest2Email this to someone

Lascia un Commento

commenti