Bandiera Australia www.iloveaustralia.itC’è un giorno all’anno in cui lo spirito nazionale degli australiani si risveglia in modo particolare. Tale giorno cade a gennaio, il 26 per la precisione, e prende il quanto mai rappresentativo nome di Australia Day.

L’ufficiale festa nazionale australiana porta con se, a t-shirt, cappellini e accessori con sopra la bandiera del paese, anche a celebrazioni, festival ed eventi sparsi per l’isola, che fanno di questo giorno la più grande festa annuale australiana.

Australia Day Ieri…

Arthur PhillipEra il lontano 1787 quando il capitano britannico Arthur Phillip partì con la sua flotta alla volta dell’Australia. Lo scopo della spedizione era quello di raggiungere la costa del Nuovo Galles del Sud per crearvi una nuova colonia penale. L’arrivo della flotta inglese avvenne nel gennaio dell’anno successivo, ed il 26 gennaio il capitano Phillip prese formalmente possesso di quella terra, rivendicandola come proprietà di Re Giorgio III e creando, secondo tradizione, il primo insediamento europeo a Port Jackson.

Questa data venne in seguito resa significativa, per la prima volta, dagli immigrati della colonia, che la sfruttarono per celebrare il loro amore per la terra che abitavano. La prima celebrazione ufficiale risale al 1818, seguita, vent’anni dopo, dalla dichiarazione, per questa data, della prima festa pubblica dell’Australia. Il nome di Australia Day cominciò ad essere usato solo a partire dal 1910, per poi essere definitivamente adottato da tutti gli stati nel 1946.

Alcune delle celebrazioni degne di nota sono quelle occorse nel 1938, 150esimo anniversario della colonia di Port Jackson, e del 1988, in occasione del bicentenario. Nel primo caso le preparazioni per i festeggiamenti sono cominciate in anticipo di ben due anni, nel secondo la festa è stata resa su larga scala, coinvolgendo ogni angolo del continente Australiano.

Anche se ci sono stati diversi tentativi di cambiare la data per la celebrazione dell’Australia Day, essi non hanno avuto successo nel modificare il tanto amato 26 gennaio.

Australia Day Oggi…

Australia Day www.iloveaustralia.itL’Australia Day si è trasformato nella festa attuale, con tutti gli stati che lo festeggiano unificati, nello stesso giorno e con gli stessi tempi, solo nel 1994.

La festa è amatissima dagli australiani, e la partecipazione, soprattutto negli ultimi anni, è aumentata a dismisura, raggiungendo picchi del 70% di cittadini che vi prendono parte.

Il 26 gennaio è un giorno festivo per molti, adulti e bambini, che quindi possono svagarsi e festeggiare, prendendo parte a concerti, barbecue e picnic, eventi e competizioni sportive, o godersi uno spettacolo di fuochi d’artificio. Inoltre l’Australia Day è il giorno scelto per le cerimonie che offrono la cittadinanza agli immigrati in Australia. Sono oltre 13 mila gli stranieri che ogni anno ottengono la cittadinanza australiana in questo giorno. Peculiare è la premiazione dell’Australiano dell’Anno, una personalità che è emersa durante l’anno, offrendo un grande contributo al Paese.

Cosa fare durante Australia Day

BBQ Australia DayPer gli Australiani generalmente questo giorno è dedicato al relax in compagnia della famiglia e degli amici.

Per i turisti invece rappresenta una grande opportunità di esplorare la terra dei canguri e le sue tradizioni. Sono tantissime le cose da fare e i festival a cui assistere. Ma ci sono alcuni eventi a cui è proprio impossibile mancare.

Nel Nuovo Galles del Sud si può assistere ai concerti gratuiti alla Sydney Opera House oppure partecipare all’annuale Australia Day Harbour Parade, una parata per barche, da celebrare sulle onde. Da citare anche il simpatico CARnivale, una parata di auto d’epoche in cui sfilano veicoli appartenenti a tre diverse categorie.

Nel Victoria si svolgono innumerevoli festival e celebrazioni, oltre ai tradizionali picnic. Si ricordano il Piers Festival, e l’Herring Island Summer Arts Festival, svolto al’interno del Parco, durante il quale si alternano artisti di tutti i tipi ad allegri barbecue.

Nel Queensland ci si delizia il palato, grazie al Great Australian Bites, evento in cui si possono assaporare tutte le pietanze tipicamente australiane, accompagnate da bevande e drink e da una buona musica.

Nell’Australia Occidentale si mangia con la Western Australia Day breakfast, una colazione la cui partecipazione è presentata come una competizione. Oltre a questo si svolgono numerose premiazioni, per ricompensare non solo una singola persona, ma anche un’intera comunità.

Nell’Australia Meridionale, fra parate e concerti, spicca l’Australia Day Luncheon, un pranzo che rappresenta principalmente un evento comunitario, durante il quale si discute della “National Identity”.

Nel Territorio del Nord l’Oz Fusion, evento gratuito pensato per le famiglie, la Fun Run, una corsa che comprende due percorsi di diversa lunghezza, dedicata ai bambini, e le esibizioni musicali del Black Tie Ball.

Nella Tasmania si ritrovano eventi interamente a misura di bambino, quali il Banana Shire o il Pool Party, e altri pensati principalmente per gli adulti, quali le tante colazioni “culturali”. Da citare per la sua particolarità è l’Havaianas Thong Challenge, evento durante il quale ogni partecipante regge in mano… una gigantesca infradito gonfiabile.

Nel Territorio della Capitale, oltre alle consuete celebrazioni e ad una cerimonia per l’Australiano dell’Anno seguita telematicamente da migliaia di spettatori, si può partecipare alla Great Aussie Day Breakfast o assistere ad uno dei tanti spettacoli di fuochi d’artificio per l’ Australia Day.

Lascia un Commento

commenti