Viaggiare, Vivere, Lavorare, Studiare, Emigrare

Francesca Ritrova la Sua Vera Essenza a Byron Bay

Condivi l'Articolo!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest2Email this to someone

Oggi ho avuto il grandissimo onore di assistere alla metamorfosi di un bruco in farfalla.
Avevo incontrato Francesca lo scorso dicembre fa quando era appena arrivata a Byron Bay, stressata per la ricerca di ostelli e lavoro.

La rivedo oggi per la seconda volta dopo 4 mesi completamente trasformata, solare, sicura di se, con grande forza e vitalità.

Quello che dice in questa intervista, secondo me, non solamente il succo dell’atteggiamento mentale che consiglio a chi sta per partire per l’Australia, ma anche un grande approccio alla vita.

Guarda la Video Intervista

Arrivo da Milano e ho studiato marketing e comunicazione e lavorato negli eventi.
Stavo lavorando in un azienda ma era come se mi mancasse qualcosa, mi sono detta: mollo tutto e parto per l’Australia.

Sono in Australia da 6 mesi, sono arrivata a Sydney.

Tutti mi dicevano che all’inizio è tutto bellissimo, fantastico e poi cala. Invece per me è stato il contrario.
Avevo delle aspettative che la gente mi aveva messo in testa.
Mi aspettavo qualcosa di diverso.

Di base Sydney è una città e non è quello che stavo cercando.

Non ero ancora sul mio percorso, c’era qualcosa che mi diceva che non ero nel posto giusto, e quindi sono andata a Byron Bay.

Byron Bay

Ho imparato a chiedere aiuto e ad accettare l’aiuto.
All’inizio ho avuto un po bisogno di essere guidata per poi scegliere di non essere più giudata.

La ricerca del lavoro è stata un po dura, sono tornata più volte negli stessi posti.
Fino a quando un giorno ho avuto la sensazione di tornare in quel ristorante e così sono andata.
Mi hanno detto che gli piace il mio approccio di determinazione che ero già tornata 2-3 volte e mi hanno fatto fare la prova la sera stessa.

Mi hanno preso anche se non avevo nemmeno esperienza, perchè hanno apprezzato la voglia di fare.

Questo lavoro mi da soddisfazioni, mi stimola, e mi da la voglia di andare a lavorare.
Non è semplicemente fare la cameriera, apro e chiudo il locale e pago i fornitori.

La cosa importante è mettere la propria personalità.
Ci dicono sempre nel training di usare tutti i sensi che abbiamo, non fermarsi a portare il piatto al tavolo.
Ho apprezzato il fatto che vogliono che mettiamo del nostro.

Non pensavo che mi mancassero così tanto gli amici, qua siamo 10 ore avanti.
Ho conosciuto tante belle persone, però il giorno dopo ognuno fa il suo percorso, viaggia.
Magari per uno che si stabilisce è diverso.
Altrimenti se trovi gente che viaggia come te, non si stabilisce l’amicizia.

Fate il tuffo nella nuova esperienza.

Quando sei sul tuo percorso lo senti, allora le cose iniziano a girare.

Differenze

Non ho trovato quello che mi diceva la gente, perchè non cercavo i soldi.

Quì la vita è più facile perchè la gente è più rilassata, non ha problemi, si sveglia la mattina con il sorriso.

Che è il contrario di quello che ce in Italia e mi fa apprezzare quello che avevo, pur in negativo.

Perchè è quello che mi manca adaesso, è la profondità dell’instaurare amicizie con la gente.

E’ bello andare in giro per strada e vedere la gente che ti sorride.

La mia giornata tipo

Mi sono un po discostata dal surfista tipo, non ho mai programmi, il mio programma è andare, poi non so mai cosa succede.

Difficile sentirsi soli, la gente è molto aperta.

Stando qua ho capito quanto adoro il mio paese.

Non sempre gli italiani che sono in giro per il mondo sono i migliori.
Come gli italiani criticano gli immigrati che vengono e non si adattano alla cultura, cosi anche qui, siamo qua ospiti e facciamo le cose come si fanno qua.

Non pretendi di essere pagato 25 dollari all’ora perchè hai sentito che è cosi, vieni in Australia, vedi cosa trovi, se trovi 25 meglio per te, l’importante essere contenti.

Essere umili, che non vuol dire essere insicuri, senza pretendere che arrivi tu e sei il migliore.

Conclusioni

Non è stato quello che pensavo sarebbe stato prima di partire, viaggio in spalla, ecc…

Sono stata la maggior parte del tempo qui, questo posto mi ha dato tanto, il posto in se mi ha trasmesso qualcosa, come solo i posti magici possono dare.

Mi sento di essermi guardata dentro, il fatto di non avere più paure e ansie. Quello che nessuno mi potrà portare via è quello che sono.

Non perdere mai l’essenza di te stesso, in realtà è il motivo per cui sono venuta quì e non sapevo che l’avrei trovata in questo modo, in realtà facendo niente di particolare, lasciando le cose che succedano da sole, imparando a rendersi conto quando si è sul proprio percorso, quando sei sintonizzato sul tuo percorso, sulle tue energie, senza seguire nessuno, stai seguendo te stesso, l’obiettivo della vita.

Futuro

Non voglio fare piani, non mi interessa, la nostra cultura occidentale, ci impone di seguire un certo percorso.

Non rimpiango di aver fatto la laurea e aver lavorato, ma ho saputo rendermi conto quando questo non era più la cosa giusta per me.

Consiglio a tutti di non adattarsi agli schemi e a seguire quello che veramente si vuole, essere felici.

Non devi fare niente nella vita, se non quello che senti di fare.

Francesca Ritrova la Sua Vera Essenza a Byron Bay

Condivi l'Articolo!Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Share on LinkedIn1Pin on Pinterest2Email this to someone

Lascia un Commento

commenti

3 Commenti
  1. La migliore lettura per cominciare bene la giornata. Grazie e in bocca al lupo!

  2. Ciao Fra guarda come é piccolo il mondo…bella intervista mi ci sono ritrovato molto in quello che hai detto della tua esperienza. Io sono ormai 5 anni che vivo quaggiù e ormai mi sento più a casa qui che in Italia quando torno per visite…abito a Caloundra QLD, ho diversi amici local in Byron.
    Spero leggerai questo commento mi farebbe piacere rivederti per darti un abbraccio.
    Ti auguro vento in poppa per tutta la tua ‘regata’
    Good luck 😉 Ciro

    • Rivedere questa intervista mi dà sempre un po’ di energia… Mi manchi Byron, mi manchi Mirko! 😉
      Grazie Paolo e Ciro per i commenti che ho letto solo ora… Purtroppo non sono più downunder ma se torneró passeró dal qld!
      Lots of love to everyone ❤️