Viaggiare, Vivere, Lavorare, Studiare, Emigrare

Gastronomia

Condivi l'Articolo!Share on Facebook36Tweet about this on TwitterShare on Google+5Share on LinkedIn0Pin on Pinterest4Email this to someone

GastronomiaDate le caratteristiche del continente ed in particolare dei suoi abitanti, la cucina australiana non può non essere un mix delle culture più diverse.

Accanto a sapori di tradizione europea se ne trovano altri con influenze asiatiche ed alcuni strettamente legati alla cultura aborigena.

Considerando la profonda diversità di fauna e flora del continente rispetto al resto del mondo, risulta chiaro che le specialità tipicamente australiane sono decisamente insolite, ma senza dubbio stuzzicanti per il palato.

 

Il Bushfood

Con il termine di Bushfood si intende il cibo strettamente legato alle tradizioni culinarie aborigene. Gli abitanti dell’Australia, prima dell’arrivo dei coloni, vivevano unicamente dei prodotti che la terra offriva loro e cacciando gli animali autoctoni. Ad oggi questa cucina è stata modificata per venire più facilmente incontro a gusti non aborigeni, ma alcuni ingredienti vengono mantenuti intatti.

Questo tipo di cucina utilizza principalmente una grande varietà di spezie, bacche, erbe e noci, e il tutto può essere completato da carni di animali autoctoni prima fra tutte quella di canguro, dalla cui coda si ricava un ottimo stufato. Fra i prodotti vegetali più tipici si ritrovano i quandong, una sorta di pesche, i wattleseed, ovvero semi di acacia, e le riberry, delle bacche rosse. Tutti i piatti sono molto ricchi di sapore e sono decisamente insoliti, ma senza dubbio da provare.

Le icone australiane

Il cibo che più di tutti rappresenta il paese, quello che, per eccellenza, grida Australia, è la Vegemite. Questa è una salsa scura ricavata dagli scarti del lievito di birra e insaporita con l’aggiunta di spezie e vegetali. In Australia, dove è presente in qualunque casa, è comune consumarla a colazione, spalmata sui toast.

Ancor più celebri sono i dessert australiani, fra i quali si ricordano, oltre che le numerose varianti di cioccolato, anche il biscotto Anzac e la torta Pavlova. Il primo è un biscotto che contiene avena e farina di cocco, la seconda è una particolare meringa, celebre in tutto il paese, con il cuore morbido e guarnita con crema o panna montata e frutta.

In tema di carne, in Australia vengono consumate un gran numero di meat pie. Queste sono dei tortini di carne di vitello che vengono spesso mangiati come snack.

Meno comuni ma presenti principalmente nei ristoranti sono la carne di emù, dalla quale si ricava un ottimo purè, e quella di coccodrillo. Non è raro vedere questi tipi di carne sugli scaffali dei super mercati.

Altro cibo icona del paese è il damper bread, un tipo di pane molto popolare in Australia. Esso è un particolare tipo di pane in cui viene usato, durante la preparazione, il bicarbonato di sodio al posto del lievito. Data la semplicità di preparazione e l’esiguo numero di ingredienti che richiede, viene tradizionalmente preparato dai campeggiatori, utilizzando le ceneri di un fuoco da campo per cuocerlo.

Bevande

Fra le bevande analcoliche maggiormente apprezzate si trova il caffè, che è diventato popolare nel paese grazie ai piccoli bar locali aperti da immigrati greci e italiani. Anche il te e il latte aromatizzato sono bevande popolari, specialmente per l’utilizzo in casa.

Gli australiani apprezzano anche i drink alcolici. Primo fra tutti il vino, di cui l’Australia è una grande produttrice. Particolarmente diffusi sono anche la birra ed il rum. Negli ultimi anni è salita alla ribalta la moda degli “alcopops”, ovvero dei drink alcolici coloratissimi, aromatizzati alla frutta, che risultano piuttosto dolci al palato.

Condivi l'Articolo!Share on Facebook36Tweet about this on TwitterShare on Google+5Share on LinkedIn0Pin on Pinterest4Email this to someone

Lascia un Commento

commenti