Great Ocean Road Australia

La Great Ocean Road, lunga precisamente 243 km, è certamente una delle strade più belle del mondo, nonchè, forse, la strada costellata dal maggior numero di attrazioni e meraviglie dell’Australia.

La Great Ocean Road, situata nello stato di Victoria, collegando fra loro le città Torquay e Allansford, risale agli inizi del ‘900 ed è stata inaugurata nel 1932. La strada è considerata una grande attrazione turistica, dato il numero di luoghi d’interesse che si incontrano percorrendola. Fra acque limpide, onde alte, paesaggi mozzafiato e qualche particolarità, la passeggiata lungo la Great Ocean Road non delude mai.

Great Ocean Road

Great Ocean Road: Spiaggia, Mare e Surf

La Great Ocean Road è una meta adorata da surfisti professionisti e appassionati. La strada costeggia alcune fra le spiagge più amate da chi pratica questo sport. La zona fra Torquay e Cape Otway è ben conosciuta per essere la costa del surf, lungo la quale si possono trovare le onde più alte ed emozionanti della zona. Fra le spiagge preferite ci sono Johanna Beach, le spiagge intorno a Castle Cove e quelle che circondano Lorne, fino ad arrivare ad Apollo Bay. Infine per gli esperti la spiaggia perfetta è Bells Beach, che, con onde di tutte le dimensioni e la competizione annuale Rip Curl Pro, fa contenti i campioni del surf.

Ma se non siamo nemmeno capaci di stare sulla tavola, niente paura, ci vengono incontro i maestri di surf che, con lezioni di due ore ci insegneranno a cavalcare le onde per principianti, quelle di Torquay, Anglesea e Lorne.

E se proprio il surf non fa per noi, possiamo comunque recarci in una delle innumerevoli spiagge che affiancano la strada, per avere un po’ di relax o per fare una tranquilla nuotata in acque cristalline.

Great Otway National Park

Parchi, Animali e Natura

Tra alberi e felci, le Otways che affiancano la Great Ocean Road offrono ai turisti uno spettacolo naturale unico, fatto di foreste e cascate. Chi ama la natura, si trova nel posto giusto, che regala sempre emozioni uniche, tutte immerse nel verde.

La prima tappa è senza dubbio il Great Otway National Park, che trova posto fra Torquay e Princetown. Il parco, che copre una superficie di più di mille km quadrati, offre ai suoi visitatori diverse attività è possibile fare trekking o escursioni di gruppo, viaggiare in sella ad una bicicletta o accompagnati da un cavallo, oppure scegliere di campeggiare, magari di fianco ad una delle tante cascate.

E a proposito di cascate, fra le più belle e popolari si ritrovano le Erskine Falls, con una cascata di oltre 30 metri, le Hopetoun Falls, le Beauchamp Falls e le spettacolari Triplet Falls, che, come preannuncia il nome, rappresentano una cascata con tre salti.

Infine questa zona è il posto giusto per chi ha voglia di ammirare una ricca fauna locale. Oltre ai koala aggrappati agli alberi di eucalipto, nella zona di Kennett River, si possono scoprire pappagalli, echidne, scoiattoli volanti e, attraversata la foresta, anche i canguri. Per poter ammirare la wildlife australiana nel suo massimo splendore, si consiglia di svolgere le escursioni nel tardo pomeriggio, orario prediletto dalla maggior parte degli animali che abitano questi luoghi.

Per ultimi, ma non di certo per importanza, si citano gli animali marini, quali pinguini, delfini e foche, e le maestose balene di Warrnambool, che visitano la zona fra giugno e ottobre, e che possono essere ammirate da una delle postazioni destinate al Whale Watching, come Logans Beach.

Great Ocean Road Australia

Relitti, 12 Apostoli e Monumenti

Fra Cape Otway e Port Fairy si ritrova la Shipwreck Coast, una spiaggia caratterizzata dalla presenza di numerosi relitti. Si stima che siano presenti, in queste acque, oltre 600 relitti, dei quali solo poco più di 200 sono stati scoperti ed identificati.

La Shipwreck Coast è anche la culla dei 12 Apostoli, ovvero dei monoliti calcarei che sorgono dall’oceano. Le onde, l’acqua e i fenomeni atmosferici hanno eroso i dodici apostoli durante il passare degli anni, creando la forma che hanno attualmente. Nonostante il nome, al momento sono presenti solo 8 apostoli.

Altre monumentali formazioni di roccia sono il Loch Ard Gorge, a pochi minuti di guida dai 12 Apostoli, la Grotta e il London Bridge, che, inizialmente formato da un arco che collegava due rocce, proprio come un ponte (da qui il nome), è crollato nel 1990, lasciando solo i pilastri, senza il collegamento a ponte.

i dodici apostoli

Great Ocean Road: Cultura, Shopping e Maratone

Se da un lato la Great Ocean Road offre spiagge mozzafiato, dall’altro è costeggiata da centri abitati ricchi di vita, cultura e… negozi.

La strada è costellata di musei, basti pensare al Museo della Lana di Geelong o al Museo Marittimo di Queenscliff, e gallerie d’arte, come la Metropolis Gallery, sempre a Geelong, o la galleria fotografica Surfcoast Images a Torquay. Sono numerose anche le opere d’arte pubbliche, quali le oltre 100 sculture di Baywalk Bollards, le Cargo Boxes, scatole di vetro che contengono statue e artefatti, e le Barcode Fountain, che incorporano i codici a barre del Noddy’s Soft Drink, bevanda che è il simbolo di Geelong.

Oltre al tradizionale shopping, lungo la Great Ocean Road ci si imbatte in negozi davvero particolari. Si può decidere di acquistare uno degli innumerevoli souvenir oppure andare a far compere nel Surf label revolution, per comprare una tavola da surf, una muta o semplicemente la cera da passare sulla tavola.

Infine, se siamo tipi sportivi, non possiamo perdere l’annuale Great Ocean Road Marathon, una maratona di 45 km che si corre tra Lorne e Apollo Bay. Nata nel 2005, la corsa non è solo un modo per mettere alla prova il fisico, ma anche un’occasione per ammirare i paesaggi mozzafiato che regala la Grand Ocean Road.

Contattaci quì per un preventivo senza impegno

Lascia un Commento

commenti

2 Commenti