Viaggiare, Vivere, Lavorare, Studiare, Emigrare

Popolazione

Condivi l'Articolo!Share on Facebook16Tweet about this on Twitter3Share on Google+3Share on LinkedIn2Pin on Pinterest1Email this to someone

Popolazione

L’Australia vanta un numero piuttosto basso di abitanti, circa 23 milioni, sparsi in una terra che è relativamente grande, ovvero circa 7,6 milioni di km quadrati.

Questo fa dell’Australia uno dei paesi meno popolati al mondo, nonchè il terzo paese con la minore densità di popolazione, ovvero 2,70 abitanti per km quadrato (questo numero diminuisce notevolmente se si considera unicamente l’entroterra australiano).

La maggior parte degli abitanti si concentra nella regione costiera del paese, in particolare nella zona orientale dell’Australia. L’entroterra, caratterizzato dalla presenza del vastissimo e ostico Outback, è scarsamente popolato, con ampie zone quasi disabitate.

C’è da dire che, stando ai censimenti eseguiti recentemente, la popolazione è notevolmente aumentata durante il trascorrere degli anni. Pertanto, nei successivi decenni, ci si aspetta un ulteriore balzo in avanti per quello che riguarda la popolazione, e conseguentemente la densità demografica, australiana.

Città più popolose

La città più popolosa d’Australia è Sydney, che vanta circa 4,5 milioni di abitanti. A seguire si trovano Melbourne, Brisbane, Perth e Adelaide.

La somma degli abitanti delle capitali Degli stati australiani raggiunge e supera il 50% della popolazione totale, il che fa capire come sia sproporzionata la concentrazione demografica.

Sesso ed età

Basandosi sui censimenti più recenti, il numero di maschi all’interno della popolazione australiana è inferiore al numero di femmine.

La fascia di età più popolosa è quella compresa tre i 25 e i 50 anni. Recentemente si è notato un incremento della popolazione di età compresa fra i 55 e i 64 anni, con un contemporanea riduzione, in proporzione, del numero di infanti e bambini.

Etnie

La maggior parte della popolazione, per la precisione circa il 90%, discende dagli europei. Una piccola percentuale è invece di origine asiatica. Questo si traduce in una percentuale di oltre il 92% di abitanti di etnia caucasica.

La metà degli immigrati europei provengono dall’Inghilterra e, più in generale, da tutto il Regno Unito. Una piccola percentuale è costituita da italiani, tedeschi, greci e olandesi. Percentuali ancora inferiori sono costituite da immigrati provenienti da altri paesi europei e asiatici. I cinesi, in particolare, rappresentano l’etnia di origine asiatica più numerosa.

Solo una bassissima percentuale, che sfiora il 2%, è costituita da aborigeni australiani. Il loro numero supera di poco i 450 mila in tutto il paese. Anche se al giorno d’oggi la maggior parte degli aborigeni è ben integrata nella cultura australiana, sussistono ancora discriminazioni e vere e proprie barriere culturali.

Lingue e religioni

La lingua parlata nel paese è l’inglese australiano, una variante dell’inglese anglosassone. Data la presenza dinumerosi immigrati di diversi paesi, in Australia sono diffuse anche diverse altre lingue, fra cui il cinese, una delle più parlate, e l’italiano. Gli aborigeni australiani parlano l’inglese australiano e, in misura minore, la lingua della tribù d’origine.

Le religioni più diffuse sono l’anglicanesimo e il cattolicesimo. Una piccola percentuale degli abitanti dell’Australia si dichiara legato alla Chiesa unita dell’Australia. Ancor meno praticate sono tutte le altre religioni, inclusi Islam e Buddismo. Una fetta consistente della popolazione si dichiara atea.

Condivi l'Articolo!Share on Facebook16Tweet about this on Twitter3Share on Google+3Share on LinkedIn2Pin on Pinterest1Email this to someone

Lascia un Commento

commenti