Volo Australia

Cosa Fare in Caso di Ritardi e Cancellazioni

Sono molti i disagi che si possono verificare quando un volo subisce un ritardo o addirittura viene cancellato, specialmente se si sta facendo un viaggio organizzato o si hanno appuntamenti ed orari ben precisi da rispettare.

Purtroppo la cosa è più comune di quanto si possa immaginare, specialmente in alta stagione, quando il flusso di passeggeri è più alto o in inverno, a causa del maltempo.

Un ritardo può far perdere la coincidenza e costringere a lunghe ore, se non giorni, di attesa in aeroporti o stazioni, rovinando definitivamente la vacanza tanto attesa.

Se sfortunatamente accade di trovarsi in una situazione del genere è sempre opportuno essere a conoscenza dei propri diritti, sapere che in ogni caso siamo tutelati e che c’è la possibilità di essere rimborsati dalle grandi e piccole compagnie alle quali ci si è affidati per il proprio viaggio.

Tutela del Viaggiatore

Quando si acquista un biglietto si stipula un contratto di trasporto con la compagnia aerea, che prevede un determinato servizio in cambio di una somma di denaro. Questo tipo di contratto prevede degli obblighi da parte della compagnia di trasporto e quindi delle tutele per il compratore.

La normativa europea è molto chiara su questo argomento e tutela il viaggiatore in ogni modo con la “Carta dei diritti del passeggero” che prevede un’assistenza immediata in caso di ritardo, cancellazione o negato imbarco, ma anche in caso di perdita o danneggiamento del bagaglio ed altri disagi che si possono creare durante un viaggio.

Viene tutelato chi è in possesso del biglietto con una prenotazione confermata e si è presentato all’accettazione, come indicato dalla compagnia di trasporto.

Aereoporto Australia

Cosa Fare in Caso di Ritardo o Cancellazione

Quando ci si trova in una situazione del genere, come prima cosa è importante sapere che si ha diritto a vari servizi: al rimborso o alla sostituzione del biglietto, a pasti e bevande proporzionali all’attesa, ad un’adeguata sistemazione in albergo per il pernottamento nel caso in cui l’attesa è prolungata, al trasferimento dall’aeroporto all’albergo e dall’albergo all’aeroporto, a due telefonate o messaggi via telex, fax o e-mail e ad una compensazione in denaro del disagio subito.

Purtroppo spesso accade che non tutti i passeggeri vittime di disagi abbiano il tempo e la pazienza da dedicare alle richieste di risarcimento del danno subito e quindi rinunciano ai loro diritti.

Da qui è nata l’esigenza della creazione di siti online specializzati in questo genere di contenziosi, come FlightRight che si occupa gratuitamente di tutta la parte burocratica, con pagamento in percentuale solo in caso di ottenuto rimborso.

La procedura è semplice e poco impegnativa ma va attivata il prima possibile per non rischiare di perdere i propri diritti.

 

Photos Copyright: Eray – Fotolia, Andresr e AMR Image

Lascia un Commento

commenti