Vivere in Australia: Clima per tutti i gustiTutti hanno sognato almeno una volta nella vita di trasferirsi nella soleggiata terra dei canguri e dei surfisti con le sue 3.000 ore di luce all’anno.

Il sole, il mare e l’abbronzatura sognata da tanti italiani ha fatto sì che moltissimi lasciassero la penisola per mettere su casa nell’America del nuovo millennio.

Non per cercare l’oro questa volta, ma per allontanarsi da una vita frenetica all’insegna della fortuna e perché no, anche del relax.

Se non siete ancora pronti a fare baracca e burattini per trasferirvici definitivamente, l’alternativa c’è ed è quella delle vacanze in Australia.

Ecco di seguito dei consigli pratici su quando partire e dove andare in Australia senza prendere neanche una goccia di pioggia, al massimo un po’ di neve.

 

Clima nostalgico? l’Occidente

Se siete i classici viaggiatori, amanti della vacanza senza imprevisti metereologici vi consiglio la zona sud orientale del Paese perché è quella più vicina al tanto amato clima Mediterraneo. Le estati sono calde e poco piovose, mentre gli inverni sono miti in alcune zone, come a Perth, o più freddi come a Melbourne.

Se scegliete di campeggiare proprio lì, sarete sicuramente al riparo dal pericolo di non avere i vestiti adattati, basta ricordare che le stagioni in Australia sono opposte rispetto alle nostre. Dunque, unico accorgimento è non partire a Luglio con il costume da bagno sotto i vestiti perché le temperature possono raggiungere anche picchi di 8/9°.

 

Clima da tintarella: la Zona Nordorientale

Se, invece, siete amanti del caldo torrido in estate e preferite stare lontani da piste sciistiche, la zona nordorientale è quella che fa per voi. Vicina al tropico del Capricorno, la parte più a Nord presenta un clima piuttosto umido con temperature molto elevate in estate e inverni piuttosto caldi.

Le città propriamente tropicali sono Darwin, Cairns e Broome dove è possibile  trovare temperature che si aggirano intorno ai 32° in estate e circa 25° in inverno.  L’escursione termica tra il giorno e la notte non è così accentuata come potrebbe esserlo per la zona centrale. Un consiglio, non dimenticatevi la crema protettiva.

 

Clima tradizionale: la Zona Centrale

La zona centrale dell’Australia è quella che probabilmente attira meno interesse da parte dei turisti e degli espatriati italiani. Sarà perché è una zona desertica dove non c’è il mare e tantomeno i surfisti.

Il cuore australiano presenta, così, un clima più secco rispetto alle altre zone e con scarse precipitazioni. Le temperature risultano essere particolarmente elevate in estate soprattutto in prossimità del deserto. Mentre l’inverno è piuttosto rigido con picchi in discesa fino ai 4 gradi. Nonostante l’imprevedibilità della zona, consiglio caldamente di dedicarle del tempo  durante il vostro soggiorno: potreste rimanere piacevolmente colpiti dai laghi salati nascosti tra le dune di sabbia.

 

Come promesso, l’Australia presenta delle condizioni climatiche per tutti i gusti che vanno incontro alle esigenze anche del turista e del villeggiante più pignolo.

Ora tocca a voi scegliere quale clima fa più per voi e… Enjoy!

 

Lascia un Commento

commenti